Skip to main content

La città in 15 minuti

La città in 15 minuti

La transizione verso una mobilità sostenibile non può prescindere da un evoluzione dei modelli cittadini.

Un possibile modello di successo per lo sviluppo cittadino è rappresentato dalla città in 15 minuti, ovvero un modello cittadino in cui tutti i servizi di cui il cittadino ha bisogno si trovano ad una distanza massima di 15 minuti a piedi.

Ecologia, partecipazione, solidarietà e vicinanza sono i 4 pilastri sul quale si basa il modello.

L’evoluzione dei modelli cittadini passa da tre interventi:
1. Interventi strutturali;
2. Regolamentazioni specifiche;
3. Evoluzione dell’offerta.

1. Gli interventi strutturali prevedono il  miglioramento del trasporto pubblico e il miglioramento della viabilità. Gli Italiani utilizzerebbero meno l’auto privata se il trasporto pubblico funzionasse meglio (79%), se aumentasse la presenza di hub intermodali (68%) se ci fossero più piste ciclabili (58%).

2. L’introduzione di nuove forme di mobilità deve essere necessariamente avere regolamentazioni specifiche sia dal punto di vista del codice della strada che dal punto di vista della privacy. Gli Italiani pensano che per l’utilizzo dei monopattini debba essere introdotto l’obbligo dell’uso del casco (71%), il divieto di utilizzo per i minorenni (54%, l’introduzione di un’assicurazione obbligatoria (52%), la targa obbligatoria (37%) e il possesso di una patente di guida (35%).

3. L’evoluzione dell’offerta deve necessariamente passare da logiche di flessibilità ed economicità. Gli Italiani inoltre si rendono disponibili a condividere i propri dati personali a fronte di scontistiche dedicate (84%) all’identificazione dello stile di guida (61%) ad una assistenza personalizzata (58%).

I cambiamenti in atto nella mobilità, i nuovi bisogni dei cittadini e gli ingenti investimenti messi in campo dal Recovery Fund creano i presupposti ideali per ripensare il modello di mobilità coerentemente con l’evoluzione dei nostri contesti sociali e urbani.

Questa evoluzione dovrà procedere di pari passo con lo sviluppo delle tecnologie, che potranno accelerare la crescita nell’offerta di nuove soluzioni grazie a un modello di mobilità sempre più connessa, integrata, accessibile ed ecologicamente sostenibile.

Nella percezione dei consumatori, la crescente attenzione all’impatto ambientale rappresenterà infatti un driver determinante per la scelta di uno specifico mezzo di trasporto, ma sarà altrettanto importante che gli operatori riescano a spiegare in modo chiaro e convincente i molteplici vantaggi sottostanti al nuovo modello di mobilità.